La natura rigogliosa, l’aria pulita e la purezza dell’acqua insieme alla vivace ospitalità dei suoi abitanti rendono Fiuggi un posto unico, il luogo ideale per trascorrere una vacanza all'insegna del riposo e del benessere.

Fiuggi è uno dei centri termali più rinomati d'Europa, grazie ai benefici delle sue acque oligominerali, di origine sorgiva, le cui proprietà sono scientificamente riconosciute e attestate, fin dai tempi più antichi. Due sono i complessi termali presenti in città: la Fonte Bonifacio VIII, chiamata così in onore del Papa che era solito recarsi in questi luoghi, e la Fonte Anticolana.

Incantevole il centro storico, estremamente curato e pulito, dove fitte stradine e suggestivi vicoli si alternano a ripide scalinate ed incantevoli piazzette, regalandovi inattesi scorci di rara bellezza. Da visitare la Collegiata di San Pietro, la chiesa principale di Fiuggi, dove sono custodite opere della scuola romana del 1600. Per chi desidera invece spingersi oltre sono molti gli itinerari consigliati per effettuare magnifiche escursioni, alla scoperta del territorio, visitando per esempio gli antichi paesini medievali, arroccati sui monti Ernici e Lepini, perfettamente conservati, uno più sorprendente dell’altro. A breve distanza da Fiuggi, diverse località suggestive, tra cui Alatri, Trisulti, Casamari, Anagni, Fumone, Ferentino, testimonianze della cultura di questa terra, ricca di storia, arte, natura e religione. Non a caso, qui sorgono le più antiche memorie benedettine: assolutamente da visitare quelle di Subiaco, Alatri, Montecassino e quelle cistercensi di Trisulti e Casamari.

Fiuggi offre inoltre la possibilità di praticare diversi sport, grazie alla presenza di uno storico campo da golf a 18 buche, della piscina olimpionica del centro sportivo, con campi da calcio e strutture per praticare volley, basket e tennis. I più temerari possono provare l'emozione di un volo col parapendio o di un'arrampicata, fare trekking, rafting oppure praticare la pesca sportiva.

Altro ingrediente rinomato del territorio è la cucina, frutto della tradizione e della cultura contadina, fatta di ingredienti poveri, semplice e genuini della terra. Da provare i dolci tradizionali: ciambelle al vino, amaretti, crostate e torte farcite, una vera delizia per i più golosi, e ovviamente i vini: la Passerina, bianco, secco, aromatico e carico di colore, oppure il Cesanese, rosso, di uvaggi diversi, secco e fortemente ricco di tannini.