festa-delle-stuzze-san-biagio-02

Questa particolare festa che cade normalmente il 3 febbraio in occasione delle festa del Santo patrono della città termale, San Biagio, viene ripetuta ogni estate proprio il 3 e 4 agosto per dare la possibilità ai tanti turisti che popolano la città termale di godere delle tradizioni fiuggine.

Come da  leggenda nel 1298, fu la Festa delle Stuzze a salvare la città dall’assedio delle truppe rivali.
La città feudo della famiglia Colonna, era costantemente in guerra con la famiglia dei Cajetani. Le due famiglie erano spesso in contrasto per conquistare i possedimenti altrui.

La sera del 2 febbraio 1298 i capi delle milizie Cajetani avevano progettato di attaccare il paese da due lati: dal basso scendendo dal castello di Monte Porciano e dall’alto, alle spalle di Fiuggi dalla parte di Torre Cajetani.
I soldati dei Cajetani arrivarono di notte alle porte del borgo e, scambiando i falò delle Stuzze per un incendio, pensarono di essere stati preceduti dagli alleati e se ne andarono rinunciando all’attacco.
L’indomani la città, venuta a conoscenza dello scampato pericolo, elesse il santo del giorno, San Biagio.
Durante la Festa, si usa bruciare le “Stuzze”, stoppie che nei secoli sono diventate canne, tronchi di quercia ed addirittura capanne di legno coperte da rami di ginestra costruite appositamente per le celebrazioni nelle forme più disparate.


L’accensione dei “capannoi” (capannoni) avviene al termine della processione religiosa accompagnata dalla Banda Musicale di Fiuggi.
Tradizione vuole che si tenga anche la “Corsa degli Strippuni“.

Il rione vincitore avrà l’onore di dar fuoco alle famose Stuzze. Interi tronchi di quercia vengono portati a spalla per le vie del paese al grido di “Viva San Biagio”.
A seguire si tiene il raduno nazionale delle Bande presso Piazza Spada, con la processione del santo patrono con sfilata dei gonfaloni dei comuni della provincia.

Per finire un meraviglioso spettacolo pirotecnico.

Se ancora non sai cosa fare in questo week end, prenota il tuo breve soggiorno da noi per rivivere le tradizioni fiuggine.

Foto: www.girocittà.com

Comments are closed.