bagno-turco-mosaico

IL bagno turco ha origini antichissime che si perdono nella notte dei tempi passando per gli  Egizi e i  Greci fino ad arrivare all’antica Roma. Secondo questi popoli il bagno di vapore rinvigoriva e rigenerava non solo il corpo ma anche lo spirito. Per i romani il bagno di vapore costituiva un evento sociale dove si discuteva di politica ed affari.

Con la caduta dell’impero romano, i bagni di vapore furono adottati ed esaltati dai popoli arabi. Una volta  importato in Oriente  divenne un momento tipicamente femminile. Un luogo di ritrovo per donne dove venivano  praticati rituali estetici ed igienici, nonché punto di incontro sociale, in un ambiente accogliente in marmo.

L’Hammam, da qui l’origine del nome, nel corso dei secoli, si è progressivamente allontanato dalla funzione sociale e sportiva dei bagni classici, per rispondere al bisogno rituale di purificazione, oltre a soddisfare una necessità igienica, in quanto gran parte delle vecchie abitazioni era totalmente priva di sala da bagno.

Sin dai tempi più remoti, il bagno turco era noto per le sue proprietà salutari e benefiche ed è per queste caratteristiche che oggi è stato riscoperto.

Quando si entra in un vero bagno turco si deve rimanere catturati dall’atmosfera ricca di vapori, di profumi delicati ed avvolgenti, di luci soffuse,  dal rumore dell’acqua che cade sulle pietre e dai silenzi ovattati in grado di isolare i rumori esterni esaltando l’ascolto della propria anima. La mente si abbandona totalmente concedendosi un assoluto riposo mentre mani sapienti si occupano del corpo, massaggiandolo con oli essenziali e depurando la pelle con un vigoroso e scrub in grado eliminare impurità e tossine.

Come funziona.

Per chi non lo sapesse vi spieghiamo in che consiste una seduta nel bagno turco. Avviene solitamente in due tempi: dapprima si entra in una stanza ricca di vapore acqueo riscaldato dove si sosta per circa 15 minuti; dopodi ché si esce e ci si immerge in una vasca piena di acqua fredda per 30 secondi, in alternativa è possibile utilizzare una doccia.

E’ possibile ripetere più volte il percorso a cui seguirà una fase di ulteriore relax di almeno 20 minuti e un massaggio conclusivo.

Passare dal bagno di vapore ad un getto d’acqua fredda nebulizzata o in alternativa concedendosi 10 minuti di idromassaggio permette al corpo di affrontare il massaggio finale nelle condizioni ottimali.

Alcuni consigli e qualche controindicazione:

Per favorire la circolazione, all’interno del bagno turco è preferibile stare sdraiati o mantenere le gambe più in alto rispetto al busto.

E’ necessario inoltre fare molta attenzione al tempo massimo di tolleranza al calore. Questo tempo è variabile da soggetto a soggetto. Un segnale che il nostro corpo ci trasmette in caso di calore eccessivo è il pulsare delle tempie. Se avvertite questo sintomo uscite immediatamente dal bagno turco, fate una doccia fredda e ripetete il percorso.

Gli effetti benefici.

A livello fisico, a beneficiare degli effetti del bagno turco sicuramente la circolazione: il calore, infatti, determina una dilatazione dei vasi sanguigni, e favorisce così la circolazione.

Ma i benefici maggiori di questo trattamento probabilmente riguardano l’epidermide, che attraverso questo rituale subisce una purificazione profonda.Il calore, infatti,determina l’apertura dei pori, facendo sì che, grazie alla sudorazione, la pelle elimini le sostanze nocive assorbite nella vita di tutti i giorni, come l’inquinamento delle grandi città o i farmaci assunti.

A livello estetico, i benefici del bagno turco sono immediatamente visibili: già dopo una seduta, la pelle appare subito più luminosa e liscia, quasi ringiovanita, e piano piano, soprattutto se il trattamento viene ripetuto con regolarità, recupera la sua naturale elasticità. Ciò avviene perché il sudore stimola il rinnovamento cellulare, consentendo alla pelle di rigenerarsi più velocemente. Ed è per questo che per favorire tale processo, dopo il bagno turco, si consiglia di passare su tutta l’epidermide un guanto di crine per  asportare le cellule morte.

Infine, come anticipato, i benefici del bagno turco si estendono anche alla psiche; questa pratica infatti induce uno stato di rilassamento che riduce lo stress, aiutando il sistema nervoso a fronteggiare le molteplici tensioni cui viene continuamente sottoposto nella vita di tutti i giorni.

L’esperienza più coinvolgente e completa la potrai provare nella nuova proposta benessere dell’Atlantic Park Hotel Fiuggi Spa.

Partecipa al concorso sulla nostra pagina Facebook….  per l’estrazione di un soggiorno gratuito https://www.facebook.com/AtlanticParkFiuggi/

Partner tecnico:https://www.stenal.it/it/

Comments are closed.